sabato 15 agosto 2015

Marco Mengoni e il suo esercito d'amore

"Marco Mengoni persona non ha sicuramente un buon rapporto con i social, per quanto riguarda invece la parte uomo che vive ai giorni d'oggi e musicista, credo che i social siano una figata pazzesca. Connettermi o comunque condividere qualcosa con il resto del mondo è molto facile. Nelle mie pagine ufficiali io ci sono ma ci sono molto i miei fan che non si moderano, sono una potenza incredibile. Sul web fanno cose che spesso mi lasciano allibito, sono veramente una forza."

Nonostante Marco abbia sempre dichiarato il suo amore/odio per i social network e di conseguenza i suoi fan di vecchia data siano abituati alle sue lunghe assenze, i suoi profili sono sempre ricchi di messaggi di stima, di affetto, di incoraggiamento, di supporto, che l'esercito gli riserva anche in periodi come questo in cui è lontano dalle scene. 
  
Che sia il primo giorno dell'anno o ferragosto non ha importanza, la carica di affetto che gli riversiamo è enorme e continua.

In questi giorni, scorrendo Twitter, in mezzo ai tanti complimenti per i successi ottenuti, non è difficile imbattersi in messaggi come questi: 

 "Marco @mengonimarco noi ti aspettiamo perché manchi...Buon #Ferragosto"  

" e quando sogni il titolo del nuovo singolo di @mengonimarco non sei alla frutta ma direttamente all'ammazzacaffè. Quanto manca???"

"Che brutta estate senza live @mengonimarco "
  
 "Mengoni, oggi sono tre mesi dal concerto di Roma  e mi manchi da morire

"Mi manchi in modo indescrivibile"  

"Mentre torno a casa..la radio passa GUERRIERO. Mi manchi."

segno evidente che la sua assenza sta cominciando a farsi sentire più forte come l'attesa per il suo ritorno sulle scene.  

Sappiamo tutti che Marco sta lavorando alla realizzazione della seconda parte dell'album e rispettiamo i suoi tempi, ma non possiamo fare a meno di fargli sentire che siamo sempre al suo fianco.




Del resto proprio lui ha confessato che in alcuni momenti, quando succede di sentirsi solo o giù di morale, è sufficiente passare dal suo profilo e leggere quello che gli scriviamo per riprendersi ed è il minimo di ciò che possiamo fare per ripagarlo delle emozioni che ci fa vivere e per farci sentire sempre parte della sua squadra, come quando ha festeggiato i 4 platini ottenuti da "Parole in circolo". 

"I complimenti e ogni altra forma di riconoscenza che i fan mi dimostrano, li assimilo come un dono bellissimo, come una forma di energia in grado di ampliare la mia.
Sono felice perché mi sento amato, mi sento più accettato dal pubblico. Se prima li consideravo come delle persone che
decidendo se piaci oppure no, erano in grado di fare il successo o l’insuccesso di un artista con il loro giudizio, ora vivo la vita con più serenità: so che mi vogliono veramente bene." 





Nessun commento:

Posta un commento

I commenti vengono controllati prima di essere pubblicati