domenica 16 luglio 2017

Intervista a Marco Mengoni (traduzione da tedesco)



INTERVISTA ALLA SUPERSTAR ITALIANA
MARCO MENGONI PARLA DEI FAN, DEI SUOI OBIETTIVI E DELLA GERMANIA
I fan tedeschi possono attendere con trepidazione Marco Mengoni.
L'italiano salirà sul palco dello ZeltFestival della Ruhr il 29 Agosto.



In Italia Marco Mengoni è una vera superstar; adesso il 28enne vuole conquistare anche il pubblico europeo e in Agosto si esibirà nuovamente in Germania.
Abbiamo parlato con lui della sua carriera, della sua vita e dell' "esigente" pubblico tedesco.

La carriera di Marco Mengoni comincia nel 2009, anno in cui l'italiano partecipa alla terza edizione del talent show XFactor e diventa una star dopo averlo vinto.
Il brano da lui presentato nel corso della finale del programma, Dove si vola, raggiunge i vertici delle classifiche italiane.
Negli anni successivi, Mengoni attira sempre di più l'attenzione su di sé tramite la sua musica.
Nel Maggio del 2010 viene eletto Man of the Year ai TRL Awards di MTV Italia e nel 2013 rappresenta l'Italia all'ESC piazzandosi al settimo posto.
Quest'anno Mengoni ha rilasciato un nuovo singolo - e adesso anche i fan tedeschi possono attendere con ansia di ascoltare il simpatico italiano.
Ecco la nostra chiacchierata con Mengoni.

-Cosa ci dici di Onde, il tuo nuovo singolo?
Sebbene Onde sia l'ultimo singolo che ho rilasciato, era già in scaletta nel mio scorso tour ed è stato sempre un grande piacere eseguirlo e percepire la reazione del pubblico.
È un brano che parla di come le relazioni umane continuino ad evolversi incessantemente, aiutandoci a crescere; e attraverso il cambiamento costante, diventiamo sempre più forti.
Sono davvero soddisfatto del remix dei Sondr, è impossibile non muoversi mentre lo si ascolta!
È perfetto per l'estate che sta per arrivare, un pezzo da ballare senza freni...lo faccio anch'io nel videoclip.

-Come descriveresti la tua carriera di cantante?
Essere un musicista, scrivere canzoni e condividerle con un pubblico è ciò che ho sempre desiderato.
Tutto è iniziato quando ero molto giovane, con uno stage di jazz.
Da allora non ho più smesso di lavorare ed anche di coltivare la mia curiosità e cercare collaborazioni che potessero aiutarmi a crescere come artista.
Il mio recente tour europeo è stato un sogno realizzato; è stato magico, e non vedo l'ora di proseguire su questa strada ed affrontare le sfide future.

-Com'è cambiata la tua vita da quando sei diventato famoso?
Non riesco ad abituarmi a vedere la parola "famoso" associata al mio nome.
Nella mia vita non è cambiato granché...diciamo che è diventato più difficile prendere un caffè senza che qualcuno mi guardi sorridendo e mi chieda un autografo o un selfie; ma per me questa rappresenta una grande dimostrazione d'amore da parte dei miei fan.
E mi creda, se il caffè si fredda, non mi importa.
Chiamo i miei fan "il mio Esercito pacifista", perché non smettono mai di sostenermi.
Senza di loro e la loro energia non sarei al punto in cui sono nella mia carriera.
E quindi, se posso ricambiare almeno in parte questa loro energia positiva, lo faccio senza esitazioni.

-Cosa ti piace di più della Germania?
Durante il mio ultimo tour mi sono esibito in Germania per la prima volta e mi sentivo in qualche modo spaventato da questo pubblico nuovo e "sofisticato", con una diversa cultura musicale e che non sapeva molto di me; ma quando sono salito sul palco, la reazione è stata grandiosa: una sorta di abbraccio in un'altra lingua!
Purtroppo non ho avuto tanto tempo per visitare le città in cui mi sono esibito nel corso del tour.
Ho camminato per un'ora per Monaco di Baviera, dove alcuni fan mi hanno mostrato il mercatino di Natale - davvero bello - e a Colonia ho visto la cattedrale e passeggiato lungo il Reno...e mi sono piaciute molto entrambe le città!
Sono piene di vita, evolute e moderne ed ho incontrato giovani aperti e dinamici.
Sono ansioso di tornare per vedere di più e sono certo che lo farò.
Il 29 Agosto sarò a Bochum allo ZeltFestival della Ruhr, non vedo l'ora di affrontare questa esperienza nell'ambito di un festival straniero e magari ne approfitterò per trascorrere alcuni giorni viaggiando per la Germania.

-Ricevi tanti regali dai tuoi fan?
Sono nato il 25 Dicembre e sin da quando ero piccolo il mio compleanno non è mai stato un'occasione per ricevere molti regali destinati soltanto a me, poiché si tratta di un giorno in cui tutte le persone si scambiano doni e così l'attenzione non era mai focalizzata su di me, ma non è stato un problema.
Ho pochi amici veri e preziosi che ogni giorno mi regalano risate, chiacchierate e bei momenti - e per me sono queste le cose più importanti e che contano veramente.

-Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro?
Mi sono appena preso una piccola pausa dopo il lungo tempo trascorso in tour e a lavorare in studio e adesso devo mettere ordine nella mia testa e resettarla.
In questo momento sto raccogliendo nuove idee e pensando ai progetti futuri...per me è difficile isolarmi totalmente dalla musica - ed è per questo che torno sul palco in estate.
Mi esibirò in Svizzera al Festival Live at Sunset a Zurigo il 21 Luglio, poi all'Heitere Open Air a Zofingen il 13 Agosto e infine arriverò in Germania allo ZeltFestival della Ruhr il 29 Agosto.
In futuro spero di proseguire su questa strada e pubblicare musica sia in Italia che all'estero per condividerla con persone di culture ed esperienze differenti, perché questa energia è semplicemente incredibile!

-Vorremmo chiederti un consiglio: tanti tedeschi amano l'Italia. Hai qualche dritta segreta da darci per le prossime vacanze?
Sono italiano, quindi la sola cosa che posso dire è: venite in Italia!
O meglio, tornateci sempre! L'unica dritta che posso dare è semplicemente quella di spegnere il navigatore, chiudere la guida turistica e perdersi nei meandri dell'Italia, perché ogni piccolo borgo, ogni panorama sconosciuto ed ogni spiaggia nascosta possiedono una bellezza peculiare e possono trasformarsi in un meraviglioso ricordo.

(Traduzione realizzata da Rosalia Occhipinti dall'articolo originale
INTERVISTA ALLA SUPERSTAR ITALIANA MARCOMENGONI )

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti vengono controllati prima di essere pubblicati